XXV Convegno Nazionale FNATC

Si è concluso a Montecatini Terme il XXV Convegno Nazionale FNATC (Federazione Nazionale Associazioni Trauma Cranico) dal titolo “Gravi cerebrolesioni acquisite: percorso dalla fase acuta al territorio e sfide future”.Onorato di aver ricevuto un riconoscimento per l’attività di collaborazione con le associazioni delle persone malate dopo trauma cranicoPer due giorni clinici, ricercatori, associazioni e istituzioni si sono confrontati sulle nuove frontiere nell’assistenza a pazienti con trauma cranico ed ictus, tracciando un quadro sugli sviluppi più recenti dalla neurorianimazione alla vita sul territorio. Tra i temi caldi:

Progressi in neuroriabilitazione e integrazione ospedale-territorio

Nuovi modelli per migliorare l’assistenza domiciliare e il supporto ai caregiver

Aggiornamenti su linee guida ministeriali e normative recenti

Progetti e percorsi innovativi per promuovere l’autonomia dei pazienti

Risultati di importanti studi multicentrici nazionali e internazionali

Sviluppi della ricerca sugli stati vegetativi e di minima coscienzaUn confronto a 360 gradi per fare il punto sui bisogni emergenti di questi pazienti particolarmente complessi e ridisegnare un’assistenza sempre più efficace e incentrata sulla persona.Il convegno ha evidenziato l’importanza di un approccio multidisciplinare e della sinergia tra tutti gli attori coinvolti per continuare a migliorare la qualità di vita dei pazienti e delle loro famiglie.

#TraumaCranico#Riabilitazione#Neuroscienze#Salute#AssistenzaSanitaria

“IERI, OGGI E DOMANI” Gravi cerebrolesioni acquisite: il percorso dalla fase acuta al territorio e le sfide per il futuro.

XXV Giornata Nazionale Trauma Cranico 10-11 maggio 2024

Il percorso dalla fase acuta al Territorio e le sfide per il futuro

Montecatini Terme Grand hotel Panoramic

Segreteria organizzativa:
Per iscrizioni info: atractosegreteria@atracto.it gabrielli@crtspa.it 0559106257

Tel: 3476024683 3398125738 – 3341544443

L’iscrizione è gratuita

Comitato scientifico del Convegno e introdute i temi della Lungo Assistenza Sandro Feller Presidente dell’Associazione AGCAM Milano.

La Strategia Italiana per la Salute del Cervello 2024-2031 Il Manifesto “One Brain, One Health”

A livello globale, le malattie del cervello rappresentano la principale causa di disabilità e la seconda causa di morte, con un carico destinato ad aumentare con la crescita e l’invecchiamento della popolazione. Tali patologie comportano già oggi un peso significativo sui sistemi sanitari e tutte le stime attestano che, senza gli opportuni interventi, la situazione sia destinata a peggiorare nei prossimi anni.
A fronte di tale quadro epidemiologico, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha elaborato e fornito al mondo il Piano globale di azione per l’epilessia e le altre malattie neurologiche (World Health Organization Global Action Plan on epilepsy and other neurological disorders), approvato da tutti gli Stati membri all’Assemblea Mondiale della Sanità nel 2022, che chiede un cambiamento radicale rispetto alla salute del cervello e ai disturbi neurologici. La Società Italiana di Neurologia intende implementare in Italia il Piano Globale di Azione dell’OMS attraverso la Strategia Italiana per la Salute del Cervello 2024-2031, da lanciare in occasione della Settimana Mondiale del Cervello 2024 come punto di avvio di una riflessione che coinvolge tutti gli interlocutori nazionali sui possibili interventi da realizzare negli ambiti della programmazione sanitaria, della prevenzione, della ricerca, della diagnosi, della cura, della riabilitazione e del sociale.

Scarica il Documento

Settimana del Cervello 2024

L’assistenza delle Gravi Cerebrolesioni Acquisite nel territorio – 13.03.2024 ore 18:00-19:00

Settimana del cervello 2024, dal 11 al 17marzo 2024, si celebra in tutto il mondo, la . campagna annuale della Brain Awareness Week: l’occasione di parlare di salute del Cervello.

L’ASSISTENZA DELLE GRAVI CEREBROLESIONI ACQUISITE NEL TERRITORIO

webinar gratuito 13.03.2024 dalle 18:00 alle 19:0

Relatore: Sandro Feller

Neurologo e Neuroriabilitatore. È stato Direttore del Dipartimento di Riabilitazione dell’Azienda Ospedaliera G. Salvini di Garbagnate; esperto di cura e assistenza delle persone con GCA dal 2018 collabora con ProgettAzione su diversi temi riguardanti la disabilità acquisita. Oltre ad essere presidente di AGCAM – Associazione Gravi Cerebrolesioni Acquisite Milano, è vicepresidente della FNATC – Federazione Nazionale Associazioni Trauma Cranico e consulente scientifico presso numerosi Enti del territorio.

Breve presentazione

Il passaggio dal setting ospedaliero è molto temuto dai famigliari che lo vivono come la fine del progetto riabilitativo e delle speranze di ulteriori miglioramenti specie nelle situazioni più gravi.

In realtà il ritorno al domicilio e la ripresa del quotidianooffrescenari che aiutano le persone a riprendere il cammino della vita interrotto bruscamente. Perché ciò avvenga si devono verificare delle condizioni assistenziali socio sanitarie ben precise altrimenti le persone rischiano la solitudine e l’abbandono e perdere quanto acquisito durante il percorso riabilitativo. Di cosa sia necessario per realizzarlo ne parleremo durante l’incontro anche alla luce delle possibilità di sviluppo del progetto di vita così come delineato nei decreti delegati della legge delega sulla disabilità

La partecipazione è gratuita con obbligo di iscrizione, compilando la scheda a questo link https://forms.gle/5tpioq9Z928h7mHD8

L’iscrizione viene confermata attraverso invio di mail all’indirizzo indicato nella scheda d’iscrizione.

23 Congresso Nazionale della Società Italiana

Nel corso del 23 Congresso Nazionale della Società Italiana di Neuroriabilitazione, dal titolo “Neuroscienze, intelligenza artificiale e riabilitazione personalizzata”, sono state rinnovate le cariche sociali tra le quali il Consiglio Direttivo della Societa.

La dottoressa Carla Corsini Fisiatra esperta di riabilitazione del paziente neurologico e membro del Consiglio Direttivo della Nostra Associazione e stata eletta nel Direttivo della SIRN 

La SIRN ha lo scopo   di promuovere in Italia gli studi finalizzati allo sviluppo della ricerca scientifica di Riabilitazione Neurologica/Neuroriabilitazione  nonche di collaborare con il MIUR, le Università, il Ministero della salute, le Regioni, le Aziende sanitarie, gli IRCCS e gli altri organismi e istituzioni sanitarie e di ricerca e altri Enti o Associazioni.

Consideriamo importante avere un punto di riferimento qualificato all ‘interno della Societa Scientifica e auguriamo buon lavoro alla nostra Associata 

https://www.dongnocchi.it/news-ed-eventi/@eventi/xxiii-congresso-della-sirn-tra-intelligenza-artificiale-e-riabilitazione#:~:text=Firenze%20%2D%2015%2F02%2F2024,15%20al%2017%20febbraio%202024.

9 febbraio 2024, Giornata Nazionale degli Stati Vegetativi

L’associazione è lieta di invitarvi al webinar (sotto in descrizione) a cui prenderà parte il Presidente Sandro Feller con un intervento le cui specifiche verranno rese note a breve.


DESCRIZIONE EVENTO:

In occasione del 9 febbraio 2024, Giornata Nazionale degli Stati Vegetativi, Tavola Rotonda online organizzata dal Coma Research Centre Besta,  intitolata ” Dalla ricerca alla lungoassistenza riflessioni sui percorsi clinico-assistenziali dei pazienti in Stato Vegetativo oggi”. Il programma prevede un’ora di interventi programmati, segue un dibattito con coloro che partecipano al webinar.

Alcuni elementi per la tavola rotonda :  Rileviamo una diminuzione negli accessi dei pazienti in SV nelle lungodegenze, una scomparsa dei pazienti SV anossici, tanto più se anziani, un impatto sui posti letto in lungodegenza (e forse in riabilitazione), un impatto sulle ricerche impostate su pazienti in SV che non sono più così frequenti, un cambio nelle domande di ricerca da indicatori di recupero a indicatori di non recupero per poter essere tranquilli nell’eventuale sospensione, un aumento di pazienti con grave disabilità che una volta emersi sono senza alcun percorso. Cosa sta succedendo? E’ solo una impressione o stiamo assistendo a una mutazione epidemiologica e assistenziale? Su queste domande noi del Coma Research Centre Besta  a partire dalle lungodegenze vorremmo condividere una riflessione e un dibattito. 
LINK PER IL COLLEGAMENTO SU PIATTAFORMA TEAMS:https://teams.microsoft.com/l/meetup-join/19%3ameeting_NDEzMWVhZTctYzdiZS00ZjhhLWE5NzItY2ViM2Y2YjRmZTcx%40thread.v2/0?context=%7b%22Tid%22%3a%228eb5ddc2-c6df-4a73-93f0-32d636612a07%22%2c%22Oid%22%3a%223c068caf-f41d-4b6b-8a2a-a5cf2f73d994%22%7d

Consiglio dei Ministri: decreto previsto dalla Legge 33/2023 dedicato all’assistenza delle persone anziane.

Il Ministero della Salute e la Presidenza del Consiglio dei Ministri si impegnano a promuovere la salute e la prevenzione lungo tutto il corso della vita, con un focus sull’autonomia e l’inclusione sociale degli anziani, attraverso campagne periodiche di comunicazione e sensibilizzazione. Queste iniziative sono allineate con i piani nazionali di prevenzione, come il Piano nazionale della prevenzione (PNP) 2020-2025, il Piano nazionale di prevenzione vaccinale (PNPV) 2023-2025, e piani specifici per l’invecchiamento attivo e la cura della non autosufficienza nella popolazione anziana.

Le campagne mirano a sostenere uno stile di vita sano e attivo, l’adesione a programmi di prevenzione sanitaria, e la consapevolezza su misure di sicurezza domestiche. Entro 90 giorni dall’approvazione di un decreto specifico, saranno stabilite «Linee di indirizzo nazionali» per garantire l’accesso degli anziani ai servizi territoriali, e saranno implementati Piani d’azione locali per promuovere l’accessibilità universale degli anziani ai servizi e alle risorse comunitarie.

Il decreto punta anche a mantenere la qualità di vita degli anziani a domicilio, soprattutto per chi soffre di patologie croniche, promuovendo la telemedicina e la sanità preventiva. Le prestazioni di telemedicina saranno definite tramite un decreto congiunto dei Ministri competenti, in accordo con le linee del PNRR, e supervisionate dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas).

Verrà sperimentato almeno un servizio di telemedicina domiciliare in tre grandi aree geografiche, per un periodo di diciotto mesi, con la verifica dell’Agenas sull’efficacia dei servizi forniti. L’assistenza sanitaria preventiva potrà essere fornita da strutture pubbliche e private, inclusa la rete delle farmacie territoriali, con report periodici da parte dell’Agenas sul progresso di tali iniziative

Giornata internazionale delle persone con disabilità

La Giornata internazionale delle persone con disabilità, indetta dalle Nazioni Unite per il 3 dicembre, 
Si focalizza quest’anno sul tema della “Trasformazione verso società sostenibili e resilienti per tutti”, con l’obiettivo di favorire iniziative in favore dei disabili in linea con l’attuazione dell’Agenda 2030 e degli altri accordi internazionali tra i quali la Nuova Agenda Urbana.
“Non lasciare nessuno indietro”, è proprio l’indicazione dell’Agenda 2030 per ottenere uno sviluppo sostenibile e inclusivo e promuovere una società resiliente per tutti.
In molti paesi del mondo la disabilità continua a scontrarsi con barriere culturali e ambientali la cui eliminazione rappresenta un obiettivo indispensabile per il benessere di quel miliardo di persone (l’80% nei paesi in via di sviluppo) che convive con una o più forme di disabilità. E le nostre città purtroppo, soprattutto per quel che riguarda le barriere architettoniche hanno ancora molto da fare.

“CONVEGNO: l’inclusione oltre il pregiudizio”

FEDERAZIONE ITALIANA SUPERAMENTO HANDICAP TOSCANA

FEDERAZIONE NAZIONALE ASSOCIAZIONI TRAUMA CRANICO FNATC

Organizzano il

“CONVEGNO: linclusione oltre il pregiudizio

Sabato 11 novembre 2023 dalle ore 10,30 (Sala Ballerini” – Montedomini Firenze)

Ore 10,30 accoglienza e registrazione partecipanti;

Ore 10,40 SALUTI ED APERTURA LAVORI Marco Esposito, Presidente FISH Toscana Paolo Fogar Presidente nazionale FNATC Vincenzo Falabella Presidente nazionale FISH

Ore 11,00 RICONOSCERE LA DISABILITA’ ED IL PROGETTO DI VITA (Relatori: Dr.ssa Rachele Michelacci, Dr. Emilio Portaccio, Dr. Sandro Feller)

Ore 12,00 QUALI DIRITTI E RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI (Relatrice Dr.ssa Donata Pagetti)

Ore 12,45 PAUSA PRANZO (in loco con servizio catering della Opera S.Rita)

Ore 14,00 IL PERCORSO VERSO L’INSERIMENTO LAVORATIVO: ITER ALTERNATIVI (Relatori: Dr.ssa Claudia Maggio, Dr.ssa Francesca Giosué, Dr.ssa Francesca Giolli, Dr. Pietro Galliani)

Ore 15,00 LAVORO E DISABILITA’ INTELLETTIVE E/O DEL NEUROSVILUPPO (Relatrice: Dr.ssa D. Pavoncello)

Ore 15,30 LA DISABILITA’ ACQUISITA, QUALE FUTURO? (Relatori: Dr.ssa Maria Teresa Angelillo, Dr. Giuseppe Mussi)

Ore 16,15 DIBATTITO

Ore 17,00 CHIUSURA DEI LAVORI E CONCLUSIONI Marco Esposito
Paolo Fogar
Vincenzo Falabella

XXIV GIORNATA NAZIONALE DEL TRAUMA CRANICO “GLI EVENTI CHE CAMBIANO LA VITA” LA GRAVE CEREBROLESIONE ACQUISITA

Un problema sanitario, sociale e familiare: dalla fase acuta al ritorno al territorio

Alghero – Hotel Carlos V

SABATO 30 SETTEMBRE 2023

GLI EVENTI CHE CAMBIANO LA VITA” LA GRAVE CEREBROLESIONE ACQUISITA

All’iniziativa ha portato il contributo dell’associazione di Milano, il presidente Sandro Feller, che ha illustrato le attività che l’organizzazione sta svolgendo sul territorio lombardo. È stata colta l’occasione per evidenziare l’importanza del supporto che il Progetto finanziato dalla Fondazione Cariplo dal titolo “Vivere a Milano dopo il coma: un’organizzazione stabile per persone con Lesioni Cerebrali Acquisite e le loro famiglie”, sia stato un esempio di garanzia per la sostenibilità dell’associazione  e per il supporto continuo ai familiari delle persone con cerebrolesione.